L’importanza di credere nel proprio talento – TheAubunGirl presenta Saraghina Eyewear

Saraghina Eyewear nasce nel 2013 dal guizzo creativo di Angelo di Stefano, e da qualche anno noi di TheAuburnGirl abbiamo avuto il privilegio di raccontarvi le sue nuove collezioni, le sfide intraprese e i successi, perchè quando il talento c’è, raccontare come prende forma è sempre un onore ed anche piuttosto esaltante. Negli anni, vedendo le collezioni del brand mad in Rimini, sono sempre rimasta affascinata dalla capacità di ogni singola creazione di non fermarsi al semplice utilizzo per cui è stata creata, ma di dare qualcosa di più, sia a chi la indossa, sia a chi la vede. Una sorta di dichiarazione di stile che non puà lasciare indifferenti. Ed è da qui che nasce questa intervista. 

Angelo Di Stefano è come le sue creazioni: ha riposte chaire e pulite come il design dei suoi occhiali, i fronzoli non necessari li lascia ad altro, lui va dritto al punto, ma questo non significa che non ci sia emozione. Anzi, leggendo questa intervista penserete solo una cosa: crederci sempre, arrendersi mai. Buona lettura!

Angelo di Stefano

Una lunga esperienza nel settore dell’eyewear, una conoscenza del prodotto e un occhio costante e sempre attento al mercato e alle sue esigenze hanno fatto nascere Saraghina Eyewear. : quali sono le sue caratteristiche? Cosa ti ispira a creare questi occhiali dal design molto contemporaneo e urban?

Saraghina nasce nel 2013, il sogno di creare un prodotto di qualità ed etico nel prezzo. È da 25 anni che sono nel settore. Una forte passione per il prodotto mi spinge a leggere le tendenze e a realizzare occhiali dallo stile attuale, che possono essere alla portata di tutti.

Le vostre creazioni si distinguono per l’ottima qualità dei materiali impiegati, soprattutto il nylon davvero ultraleggero. Perché proprio questo materiale? Come riuscite a renderlo così versatile per le vostre creazioni?

Il nylon è per me uno dei migliori materiali sul mercato, leggerissimo, resistente ed indeformabile col tempo. La sua versatilità è data soprattutto dal fatto che noi lo verniciamo con aerografi in maniera industriale, ma con una componente umana molto importante che da spazio alla nostra creatività e ci permette di realizzare stupende texture.

Siete un brand giovane, con caratteristiche da startup e site già arrivati già in Giappone, Grecia, Portogallo, Spagna, Francia, Germania e Svizzera. Quali sono i prossimi mercati da conquistare?

Siamo fermamente convinti di conquistare il mondo.

Per questa SS19, sono stati promossi diversi modelli, ma quale è il pezzo hit della collezione?

Il pezzo hit della collezione SS19 è il modello EMI (nella foto) Inedito e particolare, è un    accessorio dal design deciso e di ricercata tendenza per la sua forma squadrata e i frontali gold, havana, cristallo lucido e nero. Un mix perfetto di dettagli esaltati  dalla leggerezza conferita del nylon.

Puoi darci qualche anticipazione per la prossima collezione FW? Cosa possiamo aspettarci da Saraghina?

Prossima collezione, grandi novità, con l’utilizzo di nuovi materiali innovativi e sostenibili.

Tu hai creato Saraghina Eyewear con tua sorella Silvia, con la quale hai debuttato al Pitti: come avete messo su l’azienda? Che consiglio daresti a chi vuole intraprendere lo stesso percorso?

Saraghina nasce da un mio sogno, che ho visto realizzarsi in questi anni. Chi vuole partire con un nuovo progetto, deve seguire sempre i propri sogni.

Moda sostenibile, di qualità, a prezzi contenuti: come si combinano le tre cose, secondo te? 

 Si possono coniugare benissimo questi tre ingredienti, e Saraghina sta andando in questa direzione.

Moda e social: molti brand stanno ridefinendo le loro collezioni e le presentazioni in base alle piattaforme di social network, con live e influencer com volti delle campagne. Qual è il tuo approccio ad essi? Quanto e come hanno contato nello sviluppo del tuo progetto?

Sono mezzi fondamentali da osservare ed utilizzare oggi. Il cambiamento è dato proprio dalle piattaforme social, che sono state fondamentali per la crescita di Saraghina.

Fan di Vasco Rossi, Saraghina è diventato l’occhiale ufficiale del tour del Blasco. Quanto dice di te questo nuovo occhiale? Come e quanto influisce nel processo creativo la musica?

Il progetto Vasco è un altro dei miei sogni che si è realizzato. L’ho voluto a tutti i costi, ed è arrivato!

Angelo, raccontaci un po’ di te. Sappiamo della tua passione per il Blasco e del tuo brand, ma chi è Angelo?

Descriviti in tre parole:

i tuoi mai senza  in borsa – il Portafoglio!

i tre top artist da ascoltare mentre crei – Vasco, Ultimo e Morandi.

i tre posti del cuore ( se puoi dirceli) – Ibiza, Croazia e Tokyo

i tre viaggi da fare assolutamente – Asia, California, e la Sicilia in barca

i tre capi cult del tuo armadio – Giubbotto Patagonia, t-shirt Carhartt e sneakers Nike

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

Immagini collegate:

Autore dell'articolo: Cristina Izzo

Editor in Chief of TheAuburnGirl. Former Fashion Editor of Quotidianomime.com