mercoledì, Settembre 30

Pasquale Bruni apre a Porto Cervo

Le meravigliose spiagge della Sardegna incorniciano questo piccolo gioiello, fulcro della Costa Smeralda: Porto Cervo, scelto dalla Maison Pasquale Bruni per l’apertura della nuova seasonal Boutique, nel centrale Vicolo del Cervo. Famosa per aver attirato la clientela più esigente del mondo, Porto Cervo offre un approccio esclusivo al cliente europeo e a quello internazionale.

Uno spazio contemporaneo e raccolto capace di riflettere l’anima e l’essenza della Maison, nel quale creare un dialogo ancor più intimo e femminile con le collezioni di gioielleria disegnate da Eugenia Bruni.

«E’ sempre speciale essere qui in Sardegna, un regno in cui sono sovrane la bellezza e l’incanto…le creazioni si animano di un cuore selvaggio e incarnano la loro natura tra i blu infiniti, le acque smeraldo e l’aura rosa dei tramonti», dichiara la Creative Director.

Ton Joli, Petit Jolie e Petit Garden Sapphire sono le collezioni protagoniste della nuova boutique realizzata in partnership con Damiano Parati. La fiorente e storica collaborazione con l’imprenditore aretino quest’anno si rinnova inoltre con un’ulteriore apertura a Firenze, su Ponte Vecchio, in concomitanza con questa sull’isola.

La collezione Ton Joli, icona della Maison, esprime la forza femminile con l’introduzione dell’agata verde e il suo lato lunare con l’agata bianca, pietre protettive che permettono alla donna di vivere la sua essenza in perfetta armonia con la natura che la circonda.

Il bouquet della collezione Petit Joli, realizzato in oro rosa con diamanti bianchi e champagne, esprime il legame primordiale tra la natura e la donna. I fiori assumono così i colori del cielo, dello spazio e della terra; colori dalla forte personalità e al contempo ricchi di dolcezza espressiva.

Petit Garden, infine, celebra con nuova energia l’unicità del fiore della Plumeria, a cui deve la sua creazione, e si colora di nuove emozioni che accompagnano le eterne icone in diamanti bianchi e champagne. Accade così che i paesaggi esotici confluiscano nei contesti urbani e si contaminino a vicenda: il colore blu dello zaffiro, “la cosa più bella” in ebraico, racchiude tutta la forza e la contemporaneità del femminile e ci porta in un cielo blu infinito di una notte serena nel punto dove si fonde col blu del mare; gli zaffiri rosa invece, caldi e delicati, ci riportano a uno dei luoghi preferiti da Eugenia Bruni, Creative Director della Maison, ovvero un giardino di fenicotteri che si può intravedere percorrendo le strade del centro di Milano.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: