L’etica e in particolare il concetto di sostenibilità, a prescindere dall’ attuale emergenza richiesta dal pianeta in conformità con gli obiettivi richiesti dalle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile nel mondo, sono sempre stati per Ripani temi condivisi in tutti i settori dell’azienda e hanno sempre guidato l’attività, la produzione delle borse in pelle e la gestione delle risorse.

Proprio per questo RIPANI ha sempre scelto di utilizzare la pelle, materiale di origine naturale recuperata dalla conceria dopo l’utilizzo alimentare, una vera azione circolare che permette di ottenere un impatto zero.

Non solo. L’energia prodotta in azienda è fornita da un impianto di 100 pannelli fotovoltaici che producono energia pulita. L’attività imprenditoriale e l’innovazione sono fondamentali e rappresentano i motori principali della produttività, di una crescita economica inclusiva e della creazione di posti di lavoro in un ambiente sano. Per questo da RIPANI sono stati precursori di un epoca di innovazione e di sostenibilità che ha visto esplodere l’ adeguamento in virtù di un emergenza ormai tangibile.

Per RIPANI questo vuol dire anche promuovere il proprio settore imprenditoriale, salvaguardando contestualmente i diritti dei lavoratori e le direttive ambientali e sanitarie, in conformità con le norme.

Una storia di famiglia, di stile, di amore per le cose fatte bene e per le loro borse. Un’azienda italiana nata 52 anni fa che ha contribuito a rendere il Made in Italy un eccellenza nel mondo.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office