L’estate di Benedetta Bruzziches

Ci sono borse che diventano must, veri e propri oggetti di culto di cui non si può fare a meno. E ci sono borse preziose come opere d’arte perchè rappresentano un mondo di bellezza e di sapere a volte trascurato. E’ il caso della borza Ariel di Benedetta Bruzziches.

Realizzata con la sapiente maestria delle più moderne tecnologie 3D, la borsa Ariel vede un laborioso quanto unico processo di realizzazione: il vecchio artigiano che produce la borsa Ariel, inizia a scegliere i materiali migliori e inizia a creare un blocco di metacrilato, intarsiando le diverse strisce di colore. Questo è il passaggio più delicato per realizzare la borsa: per realizzare una clutch perfetta l’intarsio deve essere perfetto, nessuna bolla d’aria deve insinuarsi nella colla tra le diverse strisce, e questa è una tecnica che solo pochissimi artigiani in Italia sanno fare.

Dopo aver creato il blocco intarsiato, questo deve essere tagliato e scolpito con un macchinario 3D di nuova generazione. Poi la borsa ritorna all’artigiano, che con una tecnica brevettata per lucidare a mano le borse dona loro la luce perfetta e l’aspetto del vetro. L’interno è foderato con una pochette rimovibile in raso di seta, per proteggere tutti i segreti di una donna. Ogni pezzo è numerato perché ogni borsa è unica. 

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

Share
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest
Pinterest

Autore dell'articolo: Cristina Izzo

Editor in Chief of TheAuburnGirl. Former Fashion Editor of Quotidianomime.com