mercoledì, Ottobre 28

Design in giro – UNAHOTELS Naxos Beach 🏖️ Sicilia by CaberlonCaroppi

La Sicilia rimane nel cuore di chi la visita: mare, montagne, buon cibo, calore, sono alcune delle caratteristiche meravigliose di quest’isola. Tra le tante meraviglie, nel cuore di Giardini Naxos, sorge una piccola perla.

L’UNAHotel Giardini Naxos è un grande albergo: all’interno della sua struttura è possibile trovare un’area ristorazione, bar, le aree comuni e l’accoglienza e da una serie di ville sparse nel grande e bellissimo giardino mediterraneo, che si gira con le golf-cart. Ma come e dove nasce un progetto così?

Il compito è stato affidato allo Studio milanese CaberlonCaroppi: dopo tre anni di studio e ricerca, lo Studio ha lavorato sulle villette e quest’anno la sfida è stata lavorare sull’albergo, partendo dal principio che, mentre le villette sono stagionali in termini di occupazione il corpo centrale dovrebbe avere una sua vita per quasi l’intero arco dell’anno, con un livello di apertura molto più alto rispetto alle villette.

La struttura centrale come il cuore pulsante di tutto, il centro dell’universo UNAHotel Giardini Naxos: quattro piani in altezza, oltre alle parti comuni al pianterreno la cui realizzazione, causa pandemia, ha subito rallentamenti, mentre è proseguito il lavoro sulle camere, a cui si accede passando da grandi portali che contengono le porte vicine e portano anche le luci e i numeri di camera.

E proprio sulle camere interviene l’architetto Chiara Caberlon: “Sulle camere abbiamo lavorato con un restyling, tenendo conto di un budget abbastanza contenuto e lavorando sugli aspetti giusti, creando anche un rimando alle villette, dal momento che il lavoro era stato portato a termine partendo da qui. Le villette hanno ovviamente degli spazi più generosi, mentre l’hotel è concepito come un albergo urbano: anticamera, armadio, zona notte. Abbiamo comunque richiamato anche nelle camere dell’albergo quei segnali che erano presenti nelle villette, con i dovuti dimensionamenti e i giusti spazi“.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: