Dai sette vizi capitali ai sette vizi di moda di Rocco Barocco

Da una mostra alla Reggia di Caserta di Andrea Chisesi, “ I sette vizi capitali” in cui venivano utilizzate come “base” una serie di statue di grande storia e prestigio: Paolina Borghese, l’Apollo del Belvedere, la Medusa , il Satiro, Ulpia, trae ispirazione la collezione Rocco Barocco.

Partendo da ciò, lo stilista ha dato vita alla sua collezione piena di femminilità e di eleganza, tra pizzi ricami e merletti che impreziosiscono i tessuti in un mix di antico e contemporaneo.

Lo stilista suggella così, la sua creatività in un luogo come il Teatro San Carlo che per la prima volta ospita una sfilata di Alta Moda.

Dal racconto dei due mondi e il contrasto tra antico e moderno lo stilista ha voluto sperimentare un genere di arte che rappresenta il nostro tempo.

L’evento ricompone l’avventura intensa di Rocco Barocco, protagonista indiscusso della moda italiana che vuole così simbolicamente, unire due mondi in un mix contemporaneo.

L’evento è stato realizzato con la collaborazione dell’associazione culturale Parten Art.

Credits Immagini: Courtesy of Press Office