The Start Up: Alessandro D’Alatri torna al cinema

  • The Start Up

 

Alessandro D’Alatri torna la cinema con The Start Up, un film pensato per comunicare direttamente col pubblico. Lo scopo è quello di attivare le coscenze delle nuove generazioni affinché si adoperino a cambiare la situazione di torpore, in cui spesso s’adagiano, e la smettano di autocommiserarsi.

Per questo progetto Il regista ha scelto volti nuovi, come Andrea Arcangeli, Paola Calliari, Matilde Gioli, Luca Di Giovanni, Massimiliano Gallo e Lidia Vitale. La storia è quella, vera e tutta italiana, di Matteo Achilli diciannovenne bocconiano che creò Egomnia, una sorta di prodromo di LinkedIn. La Rizzoli ha già pubblicato, qualche tempo fa, la sua autobiografia, e, adesso, potremo vedere realizzata la pellicola della sua vita.

Luca Barbareschi, produttore del film ha raccontato che «C’è una comunicazione negativa costante in questa società, ma l’Italia è e rimane un grande paese. Lo vedi in tutti i campi in cui politica e burocrazia non incidono o non riescono a farlo: dalla moda allo sport alle nanotecnologie. Questo film ci dice che un ragazzo del Corviale può farcela. E un messaggio del genere è fondamentale in un paese in cui al sud cominciano a smettere di crederci». Pare sia d’accordo con lui anche Achilli, quello vero, che, presente alla prima ha dichiarato «È bello che abbiano voluto fare un un film sulla storia di un ragazzo normale: questo secondo me può far identificare molti. Ci sono tanti bei valori, tra cui non lamentarsi e rimboccarsi le maniche e creare valore per questo paese».

Insomma, sembra che il film meriti davvero di essere visto, se non altro per la ventata di ottimismo, stato d’animo necessario, per affrontare il momento particolare per i giovani italiani.

Credits Immagine: RollingStone IT

Autore dell'articolo: Elisa Ricci

Lifestyle Editor, Fashion Collaborator