Milano Fashion Week: highliths dei primi giorni

 

È tanta la voglia di colore che viene vedendo le sfilate di questo primi giorni di Fashion Week milanese.

Le fantasie floreali, i grafiismi, i colori forti, saranno infatti i protagonisti della prossima stagione primavera/estate.

E, se Max Mara, Genny e Prada hanno presentato collezioni dedicate al mono o al massimo bi-color, Etro ha proposto l’unico etnico della maison accostando Ora, blu, rosso e giallo insieme.

Hanno calcato le passerelle di Fendi, MSGM e Vivetta, lunghi abiti floreali, a fantasie rosa, fucsia, verde, turchese, in un tripudio di romanticismo.

Versace ha riproposto i modelli hit degli anni novanta, con solli a barca, abiti monospalla, tessuti lucidi e fantasie etniche, mentre Antonio Marras ha optato per pizzi neri ampi a decorazione degli abiti.

Si sono distinti per la scelta dei colori scuri Emporio Armani e Philippe Plein, dedicandosi, il primo alla scelta dei tessuti tecnici, il secondo a dettagli preziosi quali strass, lustrini e borchie.

Hanno fatto un bel tuffo negli anni novanta Moschino, rispolverando i famosi tailleur con grafiismi e colori accesi, e Tod’s, dedicandosi a look casual e chic, giocando con pull e toni del marrone.

Credits Immagini: Vogueit

Share
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest
Pinterest
Google+
Google+
http://www.theauburngirl.com/milano-fashion-week-highliths-dei-primi-giorni/

Autore dell'articolo: Elisa Ricci

Lifestyle Editor, Fashion Collaborator