London Fashion Week – The Great Finale

Una nuova settimana comincia mentre la London Fashion Week volge al termine.

La prossima stagione fredda non sarà monotona, ne cupa o triste, perchè il comune denominatore per le sfilate è il colore. Per Antonio Berardi, il colore serve a rallegrare giacche dal mood pratico e sportivo abbinate ad abiti e completi che si distinguono per l’alta sartorialità, così come Pringle of Scotland che punta tutto su completi pelosi abbinati a cappe dai tagli trasversali, mentre per Christopher Kane il colore è visto nei suoi toni pastello per le stampe floreali per camice e pantaloni dal mood classico e rilassato, ma anche per abiti da sera che sembrano cuciti addosso.

Shrimps colora le sue pellicce ecologiche che coprono abiti all’apparenza molto bon ton, in realtà molto trasparenti, Erdem ci gioca rendendo vivaci e fluidi i suoi abiti impreziositi da dettagli ricamati e abbonda con pizzo e fiori. ed Osman punta su abiti lucidi dai fronzoli coloratissimi. Roksanda dedica la sua sfilata allo scomparso Richard Nicoll, e punta sul satin colorato per jumpsuit e abiti dalle silhouette definite dai dettagli preziosi e giacche oversize.

Nel campo degli accessori, dominano gli altissimi sandali incrostati di pietre luccicanti e colorati, e i cruissardes argentati di Sophia Webster, le borse dal sapore vintage di Charlotte Olympia, rese uniche dalle stampe di personaggi di vecchi film, stampe di vecchi giornali per scarpe dal tacco dorato, passando per sandali e borse con dettagli pelosi e stampe maculate.

Cala il sipario su Londra, e si tira un sospiro di sollievo per i trend per il prossimo autunno. In attesa di Milano.

 

Cristina Izzo

Credits Immagini: Vogue UK

Autore dell'articolo: Cristina Izzo

Editor in Chief of TheAuburnGirl. Former Fashion Editor of Quotidianomime.com