London Collections Men: tutti i trend in passerella

Da Londra quindici talentuosi designer emergenti dettano le regole di quelle che saranno le ultime tendenze per la moda-uomo del prossimo autunno/inverno 2016-17.

Primo fra tutti i trend, il pantalone oversize con maxi pinces. La regola generale è questa: morbidezza. Sembrerebbe quindi finita l’era dei skinny jeans, come ci mostra in passerella Christopher Kane con la sua ultima collezione o il maxi trench nero di E-Tauz.

Dalle linee si passa poi al colore, quello di tendenza per la prossima stagione, è il cosiddetto «browny-orange», una via di mezzo appunto tra l’arancio e il marrone, specialmente pensato per capi come giacche, giubbotti, cappotti e, perché no, anche per i pantaloni, come il completo di Gieves-&-Hawkes che sceglie però linee più classiche e un po’ retrò, o ancora il look proposto da Oliver Spencer un po’ meno elegante e più da”intellettuale parigino”, ma di grande effetto con il maglione a righe in abbinato alla sciarpa aderente a contrasto con pantalone e cappotto maxi dalle linee decisamente più ampie.

Interessante la scelta dei materiali, terzo trend che dominerà la scena per questo autunno/inverno: dalla tuta metallica di J.W. Anderson a contrasto con le scarpe eleganti a punta blu e arancio, al maxi piumino firmato Astrid Andersen e al lurex proposto da James Long fino ad arrivare alla giacca con profili raffinati e ricamati in lurex color oro di Christopher Raeburn.

Sono proprio questi materiali luminosi e lucidi a creare un effetto unico e rendere questi capi “vivi” e luminosi. Per chi li ama, presenti anche gli inserti in eco-pelliccia, come il capospalla di Coach 1941.

Le idee da cui trarre ispirazione non mancano, date un’occhiata alla nostra gallery e scegliete il trend che pù vi rappresenti.

 

Credits Immagini: GQ IT, BFC

Share
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest
Pinterest
Google+
Google+
http://www.theauburngirl.com/london-collections-men-tutti-i-trend-in-passerella/

Autore dell'articolo: Stefania Andolfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *