L’azienda Natuzzi a sostegno dell’iniziativa “Abitare per la Pace”

Abitazione per la Pace è il primo passo di un’iniziativa a favore dei rifugiati.

Natuzzi, la più grande azienda di arredamento italiana, annuncia la sua partecipazione al progetto, proposto dall’attrice e attivista per i diritti umani Sharon Stone e dal premio Nobel per la pace Betty Williams, che è tra i progetti principali della Fondazione Città della Pace per i Bambini della Basilicata.

Progettata dallo studio Cucinella, l’iniziativa prevede una casa ecosostenibile a basso costo e alta qualità abitativa; la forma del complesso residenziale si ispira alle ali di una farfalla e sarà realizzato utilizzando il legno lavorato direttamente nella falegnameria del Gruppo Natuzzi, proveniente da foreste a disboscamento controllato.

“Essere ospitali non significa soltanto rendere la propria casa armoniosa e confortevole, cosa a cui contribuiamo ogni giorno con il nostro lavoro e la nostra passione” afferma Pasquale Natuzzi, fondatore del Gruppo.

“Essere ospitali significa anche rimboccarsi le maniche per difendere il diritto di tutti ad avere un rifugio, quando si è in fuga delle guerre e dalla fame. Questo è il motivo per il quale Natuzzi sostiene la Fondazione Città della Pace”.

Presso la sede FAO di Roma, al termine del meeting Food for Security and Peace, è stato sottoscritto l’accordo per la realizzazione di questa prima abitazione.

All’evento hanno partecipato quattro premi Nobel per la Pace: Muhammad Yunus, Oscar Arias Sanchez, Tawakkol Karman e Betty Williams.

Il progetto architettonico, sarà realizzato a Scanzano Ionico (Matera), accoglierà tre famiglie di rifugiati e potrà divenire un esempio da replicare in quelle aree maggiormente interessate dal fenomeno dell’accoglienza dei rifugiati.

 

Credits Immagini: Courtesy of Press Office

Share
Facebook
Facebook
Instagram
Twitter
Visit Us
Pinterest
Pinterest
Google+
Google+
http://www.theauburngirl.com/lazienda-natuzzi-a-sostegno-delliniziativa-abitare-per-la-pace/

Autore dell'articolo: Rossella Alfani

Vice Editor TheAuburnGirl. Correspondent from Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *