Il ritorno di Makers House

E’ di pochi giorni fa l’annuncio che Burberry e Henry Moore Foundation inaugureranno una mostra eccezionale presso Makers House.

La mostra celebrerà la February Collection 2017, l’opera e il processo creativo dell’artista che l’ha ispirata e darà l’opportunità ai visitatori di esplorare e conoscere i metodi di lavoro di Moore, l’evoluzione delle sue idee iconiche sulla scultura in un’ambientazione intima nel cuore di Londra. La mostra sarà visitabile con accesso libero dal 21 al 27 Febbraio e conterrà una mostra di oltre 40 sculture di Moore, bronzi monumentali, modelli di lavoro, disegni e maquette, fra le quali ‘Mother and Child: Block Seat’ (1983-1984), ‘Draped Reclining Mother and Baby’ (1983) e ‘Torso with Point’ (1967), la collezione February Collection 2017 da uomo e da donna e un programma di laboratori, eventi e performance acustiche.

Inoltre, per tale occasione, Burberry svela anche due look della prossima collezione con una  speciale campagna. Girata presso gli Henry Moore Studios & Gardens, nello Hertfordshire, la campagna Burberry è stata realizzata dal fotografo inglese Josh Olins ed ha un cast di modelli e modelle emergenti come Nora Attal, Jess Cole, Maya Gunn, Sophie Hamilton, Ella King, Tamara Long, e acnora Elfie Reigate, Amber Witcomb, Myles Dominique, Tom Fool, Alex K, Henry Kitcher e Tom Walmsle. La nuova collezione è ispirata alle opere di Moore, e il brand britannico ha lavorato a stretto contatto con la Henry Moore Foundation per questo, i modelli sono stati fotografati nel nel giardino della Fondazione, con la scultura di Moore ‘Sheep Piece’ (1971-1972) e una ricreazione del ‘Plastic Studio’ .

La campagna sarà lanciata globalmente ed interamente dopo la sfilata di Febbraio e sarà visibile fino ad Agosto. Il countdown ha inizio.

Cristina Izzo

Credits Immagini&Video: Courtesy of Press Office

Share

Autore dell'articolo: Cristina Izzo

Editor in Chief of TheAuburnGirl. Former Fashion Editor of Quotidianomime.com